mercoledì 25 luglio 2012

ATLETA GRECA CACCIATA DALLE OLIMPIADI

A tre giorni dall'inizio ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012 la triplista greca, Voula Papachristou, già campionessa europea Under 23 per due volte, è stata cacciata dalle competizioni olimpiche riducendo così la delegazione greca a 104 membri






La Papacrhistou ha scritto un Twitter una frase razzista: «Con tanti africani in Grecia, le zanzare che arrivano dal Nilo occidentale -ha scritto facendo riferimento agli insetti che diffondono il virus del Nilo- almeno riceveranno il cibo da casa», l'atleta ha poi, inutilmente, cercato di chiedere scusa tramite la sua pagina di Facebook: «Vorrei scusarmi per la sgradevole battuta che ho pubblicato sul mio account di Twitter. Sono profondamente addolorata, non volevo offendere nessuno e tantomeno calpestare i diritti umani. I miei sogni sono legati alle Olimpiadi, non potrei certo partecipare se non rispettassi i valori dei Giochi. Non credo assolutamente in nessun tipo di discriminazione, vorrei scusarmi con tutti coloro che si sono sentiti offesi, con la selezione olimpica e con le persone che hanno sostenuto la mia carriera di atleta»






Nessuna possibilità di ripensamento quindi da parte del comitato olimpico per la Papacrhistou che è stata espulsa dalle gare

AUMENTO DELLA SICUREZZA PER LE OLIMPIADI DI LONDRA

Per garantire ulteriormente la sicurezza degli atleti e degli spettatori il Governo Britannico ha deciso di incrementare gli uomini della sicurezza aggiungendo, ai già presenti 17200 soldati e 12500 poliziotti, altri 1200 soldati






Lo stato di allerta è ai massimi livelli e il Direttore del comitato di organizzazione, Paul Deighton, ha dichiarato di non voler lasciare nulla la caso e di aver preso questa decisione semplicemente per togliere ogni tipo di rischio visto che siamo a tre giorni dall'apertura delle Olimpiadi 2012 e tutto dovrà funzionare in modo perfetto