sabato 19 novembre 2011

PROUT CONFESSA OMICIDIO MOGLIE DOPO 4 ANNI







LONDRA - Adrian Prout è un uomo d'affari di Redmarley (Gloucestershire, Regno Unito). Condannato per aver ucciso sua moglie Kate, ha sempre negato di essere colpevole dell'omicidio. Ieri è finalmente crollato e ha amesso le proprie responsabilità, indicando alle autorità il luogo dove aveva sepolto la donna, il cui corpo non era stato mai trovato. Nei prossimi giorni inizieranno le ricerche nel luogo indicatto,  in un bosco vicino alla tenuta del signor Prout, per cercare di ritrorvare quel che resta del cadavere della signora.
Adrian e Kate, insegnante in pensione, si erano sposati nel 2000 e avevano avuto un figlio. La donna era scomparsa nel 2007. Il marito, che aveva aspettato cinque giorni prima di segnalare la scomparsa, aveva sempre sostenuto che la donna aveva semplicemente deciso di cambiare vita. L'uomo, nonostante l'assenza del corpo della vittima, che pure la polizia aveva cercato per giorni nei dintorni della sua tenuta, è stato giudicato colpevole di omicidio nel 2010.
Il fratello di Kate Prout, Richard Wakefield, aveva implorato in lacrime l'uomo di rivelare ciò che aveva fatto con il corpo della donna. Quando il cognato è stato condannato, Richard ha dichiarato: "Niente porterà Kate di nuovo a noi, ma siamo lieti che giustizia è stata fatta. Vorremmo, tuttavia, che Adrian ci dica cosa è successo a Kate e dove è, perché vorremmo porre il suo corpo in un cimitero per dirle addio, che possa riposare".



fonte leggo.it Appartamenti Londra Visita Londra e risparmia

Nessun commento:

Posta un commento